DENNIS HOPPER. PHOTOGRAPHS 1961–1967

Dennis Hopper, Victor Bockris, Walter Hopps, Jessica Hundley, Tony Shafrazi

  • Editore: TASCHEN
  • ISBN: 9783836570992
  • Disponibilità: Prenotabile
  • Disponibile dal: 20-02-2018
  • Prezzo: 50,00€
    Spedizione GRATUITA per ordini sopra EUR 40

    Avvisami quando il libro sarà disponibile

    I molteplici mondi di Dennis Hopper
    Icona suo malgrado, Dennis Hopper cattura un decennio di trasformazioni culturali

    Negli anni ’60 Dennis Hopper portava la macchina fotografica ovunque – tra set e location cinematografiche, alle feste, in ristoranti, bar e gallerie, al volante sull’autostrada e nei cortei politici. Fotografava idoli del cinema, pop star, scrittori, artisti, fidanzate e sconosciuti. Lungo il tragitto ha catturato con occhio attento e intuitivo alcuni dei momenti più intriganti per la sua generazione. Icona riluttante all’epicentro del fermento culturale di quel decennio, Hopper ha immortalato personaggi del calibro di Tina Turner nel suo studio, Andy Warhol alla sua prima esposizione sulla West Coast, Paul Newman sul ​​set e Martin Luther King durante la sua marcia per i diritti umani da Selma a Montgomery, in Alabama.
    Frutto di una selezione di fotografie compilata da Hopper insieme al suo gallerista Tony Shafrazi, questo ampio volume, finalmente disponibile in una nuova edizione, distilla l’essenza di una carriera fotografica brillante e prodigiosa. L’opera è arricchita dai saggi introduttivi di Shafrazi e del leggendario pioniere dell’arte della West Coast Walter Hopps, nonché da un’ampia biografia scritta dalla giornalista Jessica Hundley. Con brani tratti da interviste di Victor Bockris a soggetti famosi, amici e familiari di Hopper, questo volume è un’esplorazione senza precedenti della vita e della mente di uno dei personaggi più affascinanti d’America.

    “Stavo facendo qualcosa che credevo potesse avere un impatto, un giorno. In un certo senso, sono state le mie stesse fotografie ad alimentare la mia creatività.”— Dennis Hopper

    Il fotografo:
    Dennis Hopper (1936–2010) è stato un artista acclamato, attore, sceneggiatore e regista, divenuto noto al pubblico con le sue performance in Gioventù bruciata (1955) e Il gigante (1956). Con Easy Rider (1969), di cui è co-sceneggiatore, regista e interprete, avrebbe cambiato il volto del cinema americano. Hopper ha continuato a recitare in centinaia di film memorabili e show televisivi, tra cui Apocalypse Now (1979), Velluto blu (1986), Colpo vincente (1986), Una vita al massimo (1993), Basquiat (1996), Lezioni d’amore (2008) e la serie tv Crash (2008). Hopper aveva iniziato a dipingere da bambino e a scattare foto nel 1961, dopo aver ricevuto in dono dall’allora moglie Brooke Hayward una Nikon 35mm per il compleanno. Le sue fotografie e i suoi dipinti sono stati esposti in tutto il mondo – vale la pena segnalare la recente retrospettiva “Dennis Hopper e la nuova Hollywood” a Parigi. Dennis Hopper è morto il 29 maggio 2010 a Venice, California.

    Gli autori:
    Cittadino inglese, Victor Bockris si è trasferito a New York nel 1973 ed è entrato in contatto con Andy Warhol, la Factory e Interview. Ha scritto libri su Lou Reed, Andy Warhol, Keith Richards, William S. Burroughs, Patti Smith e Muhammad Ali.

    Walter Hopps (1933–2005) è stato uno dei primi curatori dell’arte del XX secolo. Co-fondatore della Ferus Gallery di Los Angeles e direttore del Museum of Art di Pasadena, ha organizzato le prime retrospettive di Kurt Schwitters, Joseph Cornell e Marcel Duchamp. Era un convinto sostenitore della Pop Art americana e la sua ricerca del 1962 “Nuova Pittura di oggetti comuni” è stata la prima del suo genere. Dopo aver diretto la Galleria d’Arte Moderna di Washington, ha fatto costruire il museo Menil Collection di Houston, di cui è diventato direttore nel 1987.

    Regista e giornalista molto attiva nel campo dell’arte, della musica e del cinema, Jessica Hundley ha diretto numerosi documentari e di recente ha portato a termine il suo secondo libro, una biografia della leggenda del country rock Gram Parsons.

    L’autore e curatore:
    Tony Shafrazi è nato ad Abadan, in Iran, da genitori armeni. Dall’età di 13 anni ha studiato in Inghilterra, laureandosi al Royal College of Art nel 1967. Trasferitosi a New York nel 1969, ha esposto come artista concettuale in tutta Europa e a New York. Dal 1974 al 1978 ha contribuito a mettere insieme una collezione straordinaria per il Museo di Arte Contemporanea di Teheran. Nel 1979 ha aperto la sua galleria di New York, dove ha lanciato rivoluzionari artisti americani degli anni ’80, tra cui Haring, Basquiat, Scharf, Brown e Baechler, esponendo al contempo opere dei maestri degli anni ’60: Warhol, Ruscha e Hopper. Le sue mostre dal 1990 includono opere di Brian Clarke, Patrick Demarchelier, Robert Williams, Michael Ray Charles e David LaChapelle. Dal 1997 rappresenta la successione di Francis Bacon e continua a realizzare mostre museali, come “Chi ha paura di Jasper Johns?”, recentemente acclamata dalla critica.

    #fotografia #logosedizioni

    Dati Libro
    Argomento fotografia
    Autore Dennis Hopper, Victor Bockris, Walter Hopps, Jessica Hundley, Tony Shafrazi
    Collana FP
    Anno di pubblicazione 2018
    Copertina cartonato
    Dimensioni cm 25,0 x 33,3
    Pagine 484
    Lingua/e inglese, francese, tedesco
    Peso 2 kg
    © Libri.it INTER LOGOS S.R.L. - via Curtatona 5/2 - 41126 Modena - Italia -
    P.IVA e C.F. 02394080366 - REA Modena No. 298980 - C.S. 110.400 Euro
    payments