LA CANCIÓN EN EL SOMBRERO (I)

Horacio Salinas

  • Editore: #logosedizioni
  • ISBN: 9788857607528
  • Disponibilità: Immediata
  • Prezzo: 10,00€ 9,50€
    Risparmi 0,50€ (-5%)
    Spedizione GRATUITA per ordini sopra EUR 30

    Storia della musica degli Inti-Illimani

    Dal piccolo comune cileno di Lautaro alle luci del Madison Square Garden, da “Tatatí” a “Travesura”, dall’entusiasmo di un bambino per la musica alla severità del direttore musicale di uno dei gruppi fondamentali del panorama sudamericano, Horacio Salinas mette da parte gli spartiti e prende in mano il foglio bianco dello scrittore per raccontarci in prima persona, e in tutta franchezza, la storia degli Inti-Illimani.
    Una storia favolosa che si snoda in molti luoghi per quasi mezzo secolo, dal viaggio iniziatico a La Paz fino alla frequentazione dei più grandi artisti della scena mondiale, passando per gli Oscar di Ingmar Bergman, lo studio dei Beatles e la tromba geniale e improvvisata di Wynton Marsalis.
    Con modestia e passione, l’autore tratteggia il cammino che lo porta a frequentare i più grandi nomi della scena musicale del suo tempo – Luis Advis, Celso Garrido Lecca, Luigi Nono e molti altri – mentre porta avanti il proprio progetto, che getta un ponte tra la musica dotta dell’accademia e quella che da sempre gli batte nel cuore, la musica che viene dal popolo.
    Distaccandosi sempre più dal superfluo e concentrandosi sulla musica man mano che le sue vicende personali prendono a gravitarle intorno, Salinas ricostruisce la propria storia di autore e interprete e, così facendo, quella del suo progetto più personale, gli Inti-Illimani. E lo fa inserendola nel delicato contesto storico in cui si è dipanata la vita del gruppo, segnata dalla protesta, l’appoggio al governo Allende, un lungo esilio italiano e l’agognato ritorno in patria sul finire degli anni Ottanta. Non manca inoltre di accennare alle tensioni interne al gruppo che sfociarono, all’inizio degli anni Duemila, nella scissione in due formazioni: Inti-Illimani Histórico (da lui capitanata) e Inti-Illimani Nuevo.
    Pagina dopo pagina, diveniamo partecipi di una vicenda umana e artistica appassionante, scaturita da uno dei consigli più importanti che Salinas abbia ricevuto nella sua vita, quello di un professore di matematica che un giorno gli disse perentorio: “Vattene di qui, va’ a studiare musica al conservatorio! È quello il tuo mondo!”. Mai parole si rivelarono tanto appropriate: a dimostrarlo ci sono decine di dischi indimenticabili.

    Horacio “Loro” Salinas (1951, Lautaro, Regione dell’Araucanía, Cile) compositore e chitarrista di grande esperienza, Direttore musicale degli Inti-Illimani (dal 1967 al 2001) e degli Inti-Illimani Histórico (dal 2004), è considerato, insieme a Víctor Jara e Violeta Parra, uno dei nomi più significativi nel campo della musica cilena di matrice folkloristica.
    La musica si insinua nella sua vita fin dall’infanzia, quando il padre lo porta a lezioni di fisarmonica nella città di Victoria. All’età di 14 anni inizia a suonare la chitarra classica, avviando un percorso che lo porterà a frequentare il Conservatorio dell’Università del Cile.
    Durante gli studi di scuola media superiore, nella Città di Santiago, si guadagna la fama di chitarrista di livello come membro dell’orchestra del Balletto Folkloristico Pucará, ma anche come solista e interprete di opere di Eduardo Falú e Atahualpa Yupanqui. Nel 1967 si unisce al gruppo #INTIILLIMANI, con cui riesce a concretizzare una delle sue principali aspirazioni: mescolare la musica colta con quella popolare. Parallelamente lavora come soli­sta, componendo, tra l’altro, colonne sonore per lungometraggi e documentari.
    Giunge alla maturità creativa dopo l’incontro e lo scambio di idee con Luis Advis e il successivo trasferimento in Italia, dove vivrà in esilio per 15 anni. Melodie classiche come Alturas, Chiloé, Trigales, Sensemayá e i brani dedicati all’Italia El mercado de Testaccio e Danza di Cala luna, portano la sua firma inconfondibile.
    Tra le sue principali collaborazioni creative spicca quella con Patricio Manns, in coppia con il quale compone buona parte delle canzoni che ravvivano il panorama musicale nel periodo precedente il crollo della dittatura militare in Cile: Samba landó, Vuelvo, Retrato, Cántiga de la memoria rota e La muerte no va conmigo.
    L’opera di Salinas ha ricevuto diversi premi e riconosci­menti a livello internazionale e le sue composizioni sono state interpretate da orchestre e musicisti prestigiosi quali la London Symphony Orchestra e il celebre chitarrista classico John Williams.

    #logosedizioni

    Dati Libro
    Argomento Cultura Pop
    Autore Horacio Salinas
    Copertina Brossura con ali
    Dimensioni cm 16,0 x 21,0
    Pagine 224
    Lingua/e Italiano
    Peso 0.4 kg
    Titolo Testata Data
    Inti Illimani La Gazzetta di Modena PDF 17-01-2016
    La cancio en el sombrero Classic Rock PDF 01-02-2016
    Fate silenzio, adesso ve le suona l'arma! Libero PDF 08-01-2017

    Commenti (0)

    Scrivi un commento


    Note: Non inserire codice HTML!

    Valutazione:



    Inserisci il codice nel box sottostante:

    © Libri.it INTER LOGOS S.R.L. - via Curtatona 5/2 - 41126 Modena - Italia -
    P.IVA e C.F. 02394080366 - REA Modena No. 298980 - C.S. 110.400 Euro
    payments