OLIVER BYRNE. I PRIMI SEI LIBRI DEGLI ELEMENTI DI EUCLIDE

Werner Oechslin

  • Editore: TASCHEN
  • ISBN: 9783836521536
  • Disponibilità: Immediata
  • Prezzo: 39,99€ 33,99€
    Risparmi 6,00€ (-15%)
    Spedizione GRATUITA per ordini sopra EUR 40

    Gli elementi di Euclide a colori
    Quando Euclide incontra Mondrian

    Rosso, giallo, blu – e nero naturalmente – sono i colori che Oliver Byrne utilizza per le figure e gli schemi nella sua insolita edizione del 1847 dei sei libri degli Elementi di Euclide, pubblicato da William Pickering e stampato da Chiswick Press, e che sorprende il lettore inducendolo a pensare a Mondrian. L’autore chiarisce nel sottotitolo che si tratta di un espediente didattico che distingue la sua edizione da tutte le altre: “gli Elementi di Euclide in cui simboli e schemi colorati sostituiscono le lettere, a tutto beneficio di chi si avvicina a questa materia”. A Byrne non basta fidarsi unicamente della presunta struttura “logica” e intuitiva degli assiomi e dei teoremi di Euclide – chi non conosce il famoso incipit degli Elementi “I. Punto è quello che non ha parte alcuna. II. Linea è lunghezza senza larghezza”? – ma li traduce in simboli e schemi colorati. In tal modo egli pensa in termini didattici, comparando i suoi colori ai gessetti utilizzati per disegnare le figure sulla lavagna.

    Oliver Byrne (c. 1810–c. 1880) era uno scrittore irlandese e un ingegnere civile. Non si conosce molto della sua vita, sebbene abbia scritto un numero considerevole di libri. In qualità di geometra di Sua Maestà presso i possedimenti inglesi delle isole Falkland, Byrne aveva già pubblicato opere di matematica e ingegneria, ma nulla di simile a questa edizione del testo di Euclide. Questo notevole esempio di stampa vittoriana è stato descritto come uno dei libri più eccentrici e belli del XIX secolo.

    Ogni proposizione è scritta in Caslon italic, con un capolettera di 4 righe, mentre il resto della pagina è un unico tumulto di rosso, giallo e blu. In alcune pagine, solo lettere e numeri sono stampati a colori, sparsi come piccoli fiori selvatici che richiedono il più meticoloso allineamento delle diverse lastre colore in fase di stampa. In altre sezioni, quadrati, triangoli e cerchi pieni sono stampati in colori brillanti, esprimendo una vivacità che non si sarebbe più vista sulle pagine di un libro fino all’era di Dufy, Matisse e Derain.

    L’autore:
    Werner Oechslin (nato nel 1944) ha studiato storia dell’arte, archeologia, filosofia e matematica. Dopo il dottorato a Zurigo nel 1970, ha insegnato al MIT e all’Università di Harvard. Dal 1985 insegna presso il Politecnico federale di Zurigo (ETH Zürich), dove ha diretto l’istituto per la storia e la teoria dell’architettura dal 1986 al 2006. Le sue ricerche si concentrano sulla teoria e la storia culturale dell’architettura. La sua ultima pubblicazione è Palladianismus: Andrea Palladio – Werk und Wirkung (2008). È il fondatore della Bibliothek Werner Oechslin di Einsiedeln, in Svizzera.

    #MIRABILIA

    Dati Libro
    Argomento Classici
    Autore Werner Oechslin
    Collana VA
    Copertina Cartonato con cofanetto + libretto
    Dimensioni cm 18,7 x 23,3
    Pagine 460
    Lingua/e Italiano, Spagnolo, Portoghese
    Peso 1.66 kg
    Titolo Testata Data
    SETTE PDF 10-06-2010
    IL VENERDì DI REPUBBLICA PDF 25-06-2010
    DOMENICA - IL SOLE 24 ORE PDF 04-07-2010
    Rosso, giallo, blu (e nero) FOTOGRAPHIA PDF 01-02-2011

    Commenti (0)

    Scrivi un commento


    Note: Non inserire codice HTML!

    Valutazione:



    Inserisci il codice nel box sottostante:

    © Libri.it INTER LOGOS S.R.L. - via Curtatona 5/2 - 41126 Modena - Italia -
    P.IVA e C.F. 02394080366 - REA Modena No. 298980 - C.S. 110.400 Euro
    payments